Sulla morte di Stefano Cucchi la verità è più vicina

Sulla morte di Stefano Cucchi la verità è più vicina

Dichiarazione di Francesca Chiavacci, presidente nazionale Arci

Con la chiusura dell’inchiesta bis aperta nel 2014 dalla Procura di Roma si è forse arrivati a una svolta sulla morte di Stefano Cucchi, avvenuta otto anni fa. La Procura ha infatti contestato  il reato di omicidio preterintenzionale ai tre carabinieri che avrebbero “spinto e colpito con schiaffi e calci Stefano facendolo violentemente cadere in terra” durante la procedura di fotosegnalamento.

Con loro sono stati accusati di calunnia l’allora comandante della stazione dei carabinieri Appia (quella che, nella notte tra il 15 e il 16 ottobre 2009, aveva proceduto all’arresto) e altri due carabinieri, a cui viene contestato anche il reato  di falso verbale di arresto.

continua a leggere

Brescia Pride – Giugno 2017

Arci Brescia sostiene in prima persona l’organizzazione del Brescia Pride di giugno 2017. Arci Brescia è tra i tantissimi partner e associazioni che hanno aderito a questa iniziativa, proponendosi e attivandosi per realizzare nella maniera più ampia, più partecipata e più serena questa importantissima manifestazione di solidarietà e inclusione.
Un’intera giornata in cui Brescia si rivestirà di colori, permettendo una fondamentale unione solidale e culturale tra persone e gruppi che rappresenta per la nostra città una prerogativa imprescindibile.
Il progetto è in corso d’opera: tanto c’è ancora da fare e tanto da dire.… continua a leggere

9 ottobre MARCIA DELLA PACE Perugia-Assisi

Manifesto PG-AS 2016

 

Ogni giorno veniamo a sapere di una nuova strage di innocenti, di uomini trucidati, di bambini affogati, di ospedali e scuole bombardate, di stupri, lapidazioni, decapitazioni, torture, sofferenze disumane. Una serie infinita d’immagini strazianti scorre davanti ai nostri occhi lasciandoci storditi, angosciati, impauriti.

Fermiamo queste stragi! Fermiamo le guerre e i violenti!

Partecipa alla Marcia PerugiAssisi!

Domenica 9 ottobre vieni anche tu!

 

info

www.perugiassisi.org

 

 … continua a leggere

Campagna NO MUOS

arci-logo-naz

ARCI contro il MUOS in Sicilia

Lo scorso 20 Maggio  Arci Sicilia ha depositato presso il Tribunale di Caltagirone l’atto di costituzione di parte civile nel procedimento penale per i reati ambientali legati alla vicenda del MUOS. La costruzione del sistema di antenne dell’esercito americano, oltre ad essere un pericolosissimo strumento di guerra in grado di produrre effetti devastanti sull’intero pianeta, oltre ad essere un sistema che attenta alla salute degli abitanti dell’intera Sicilia, è stato anche costruito nella riserva naturale prossima al bosco della Sughereta, a Niscemi.

Ad oggi sei imprenditori ed un funzionario della Regione Sicilia sono accusati di abusivismo edilizio e violazione della legge ambientale.… continua a leggere

CAMPAGNA 5XMILLE ARCI

NON POSSIAMO STARE FERMI – 5XMILLEARCI

Prende il via la campagna di comunicazione per il 5xMille all’ARCI, una sfida per l’associazione che per la prima volta decide di lanciare una campagna unitaria e coordinata su tutto il territorio nazionale, puntando sulla valorizzazione dell’intero sistema Arci.

Abbiamo scelto di sottolineare il carattere dell’Arci come rete di migliaia di circoli che quotidianamente si dedicano ad attività diverse ma tutte finalizzate a promuovere il cambiamento attraverso la partecipazione attiva dei suoi soci e dei tant*  cittadin* coinvolt* nelle varie iniziative.

“Chiediamo il 5xMille ai nostri soci e ai tanti simpatizzanti perché l’Arci da risposte concrete ai bisogni sociali delle persone  attraverso le tante attività organizzate che rendono le comunità locali luoghi con una migliore qualità della vita – dichiara la presidente nazionale Francesca Chiavacci,  che prosegue –  “I progetti scelti per comunicare la campagna di quest’anno vogliono essere esempi visibili e concreti del lavoro quotidiano dell’ ARCI.”

Ecco il perché dello slogan ‘Non possiamo stare fermi’, per indicare l’operosità, la volontà  di agire delle persone impegnate nell’associazione, ma anche un invito a chi ci guarda  a mettersi in gioco insieme a noi.

continua a leggere